Mercato immobiliare 2022: quali sono le previsioni?

Chiama

Whatsapp

Email
My project casa - Blog
Tutto ciò che devi sapere sulla tua casa e tanto altro ancora...
Torna al blog

Mercato immobiliare 2022: quali sono le previsioni?

 

Durante gli ultimi anni, il mercato immobiliare ha subito una forte scossa dettata dalle esigenze della società ritrovatasi a far fronte all’emergenza sanitaria, attualmente in cima alle preoccupazioni governative.

L’esperienza del loockdown, infatti, ha determinato una percezione diversa della casa come luogo sicuro in cui passare la maggior parte del tempo. Sono cambiate le necessità e, di conseguenza, anche le abitudini che si riflettono nel modo di vivere la casa quotidianamente. L’introduzione dello smart working, ad esempio, è stato uno dei motivi per i quali la maggior parte della popolazione ha deciso di optare su interventi di ristrutturazione per ampliare la propria abitazione e creare spazi adeguati per portare a termine il proprio lavoro indisturbati. 

Nonostante ciò, c’è anche una buona fetta di popolazione che, memore dell’esperienza e resasi conto di tutte le pecche della propria casa, ha deciso di cambiarla per una più grande, con spazi esterni e in zone residenziali tranquille in cui poter passeggiare indisturbati e al sicuro. 

Anche il risparmio energetico è una delle caratteristiche più ricercate in un immobile, divenendo una ragione in più per cambiare la propria casa. Tale peculiarità sarà sicuramente un fattore di scelta che si incrementerà sempre di più nel corso degli anni futuri.

 

Cosa ci si aspetta dal 2022 in ambito immobiliare?

 

In seguito ai cambiamenti socio-economici post pandemici, il 2022 sarà un anno positivo per gli investimenti immobiliari. A livello nazionale, già nel 2021, è stato registrato un incremento del 43% di compravendite rispetto al 2020, marcando una tendenza positiva che si rispecchierà anche nel 2022. 
Continuerà a crescere anche la propensione degli investitori stranieri verso l’Italia come luogo per acquistare le proprie residenze per le vacanze. Soprattutto in Puglia, infatti, non mancheranno i turisti alla ricerca di un luogo stabile da acquistare per passare le proprie vacanze indisturbati.

Un fattore da prendere in considerazione come conseguenza di tale incremento d’acquisto di immobili, sarà l’inevitabile crescita dei prezzi e aumento dell’inflazione. Immobiliare Insights, specializzata in analisi di mercato, ha dichiarato che, secondo le statistiche relative ai dati raccolti, il costo degli immobili crescerà su tutto il territorio e, in particolar modo, il nord vedrà un incremento del 4-5%, mentre il sud si troverà a far fronte ad un incremento di prezzi più contenuto (1-2%), dando un grande impulso al mercato.

Come detto in precedenza, le caratteristiche riguardanti il risparmio energetico, si posizionano ai primi posti delle scelte consapevoli di acquisto di una casa, non solo per la diminuzione dei costi di gestione, ma anche per la salvaguardia della salute.
Gli stessi bonus fiscali emanati dal Governo sono degli incentivi maggiori per una ricerca consapevole e adatta al periodo storico attuale.
 

 

STAI CERCANDO CASA? DAI UNO SGUARDO ALLE NOVITÁ