My project casa - Blog
Tutto ciò che devi sapere sulla tua casa e tanto altro ancora...
Torna al blog

La valutazione di un immobile

Vendere un immobile e comprare uno nuovo, non è cosa facile. Per una valutazione congrua con il mercato, è necessario farne una stima ed evitare di svenderlo o sopravvalutarlo.
Con questo articolo verranno spiegati quali sono i principi sui quali ci si basa per effettuare una corretta valutazione e i relativi passaggi.

Valutazione o stima?

Ancor prima di arrivare ad una valutazione vera e propria, è necessario fare una stima di quello che è il valore dell’immobile in linea di massima e delinearne sommariamente la cifra, per avere un’idea generale.
La stima può essere condotta anche online, tenendo presente alcuni fattori di base come: il Comune in cui è locato l’immobile, il piano, il numero di stanze, la metratura, la presenza di giardini o balconi, ecc….
Si passa, in seguito, alla vera e propria valutazione che presuppone un’analisi più dettagliata, condotta da un professionista attraverso perizia immobiliare.
 

Quali sono i fattori che influenzano la valutazione dell’immobile?

I fattori che entrano in gioco durante una valutazione sono tantissimi. Ovviamente, tanto più se ne tengono in conto, maggiore sarà la solidità e la certezza del valore da proporre sul mercato. Enumerare tutti i fattori che possono influenzare la valutazione è quasi impossibile, ma vi sono delle microcategorie indispensabili:

  • Posizione - Non si tratta solo di città. All’interno della stessa, infatti, il valore di un immobile cambia in base al quartiere  di riferimento. Non avrà, dunque, lo stesso valore un appartamento in centro o in luoghi di concentrazione artistico-culturale, rispetto a uno in periferia o in prossimità di stazioni, porti ed aeroporti.
  • Superficie - La grandezza della casa e il numero delle stanze è essenziale. In presenza di giardini, terrazze o balconi il valore aumenterà.
  • Piano - Il valore dell’immobile dipende dal piano in cui esso è collocato: seminterrato, piano terra, piani superiori, attico, presenza o meno di ascensore.
  • Anno di costruzione e stato di conservazione - In caso di costruzione nuova il valore immobiliare aumenta. Altri fattori determinanti riguardano le ristrutturazioni che potrebbero essere apportate ad un immobile di vecchia data.
  • Luminosità ed esposizione - Durante la valutazione dell’immobile si tiene presente la luminosità, la luce diretta, il numero di finestre e la vista di cui dispone. È diverso parlare di un appartamento con vista all’esterno, rispetto ad uno che si affaccia solo all’interno.
  • Impianti - Al fine di stabilire il valore della casa bisogna tenere in considerazione la presenza o assenza degli impianti, lo stato degli stessi e se si tratta o meno di sistemi centralizzati. 
  • Arredamento - In caso di appartamento arredato, è da considerare lo stato di conservazione dei mobili.
  • L'efficienza energetica - È uno tra gli aspetti fondamentali da tenere in conto. Infatti, è ben diverso considerare una casa i cui costi sono decisamente più bassi rispetto a una la cui classe energetica non è tra quelle raccomandabili.

VUOI VALUTARE GRATUITAMENTE IL TUO IMMOBILE? RIVOLGITI A NOI!