My project casa - Blog
Tutto ciò che devi sapere sulla tua casa e tanto altro ancora...
Torna al blog

Bonus casa 2020: aggiornamenti e novità sulla nuova Legge di Bilancio

La nuova Legge di Bilancio, tra conferme e novità, si pronuncia a favore di detrazioni fiscali consistenti. Come lo scorso anno, un occhio di riguardo sarà dedicato a tutti quegli interventi volti a riqualificare energeticamente, allo scopo di portare l’Italia al passo con il resto d’Europa, inserendo l’economia italiana nel più ampio movimento New Green Deal.

Dal 2007 a oggi, la politica italiana ha investito 39 miliardi di Euro nel progetto green, continuando a promuovere senza sosta bonus fiscali dedicati esclusivamente alla riqualificazione energetica e a tutti quei lavori di ristrutturazione il cui obiettivo è lo svecchiamento, l’aggiornamento, la sanificazione. 

Confermati dunque tutti i Bonus Casa già presenti lo scorso anno, compresi quelli dedicati all’acquisto di nuovi elettrodomestici, con l’obiettivo di eliminare strumenti ad alto consumo nel pieno rispetto degli aggiornamenti tecnologici in materia, promuovendo quelli a risparmio energetico (dalla classe A ad A+++).

All’interno del Documento Programmatico di Bilancio ritroviamo in elenco:

  • Detrazioni per chi si appresta a ristrutturare 
  • Detrazioni per chi intende adeguare l’immobile a specifici standard di sicurezza in zone sismiche
  • Detrazioni per l’acquisto di nuovi mobili
  • Detrazioni per la manutenzione di giardini e terrazzi
  • Detrazioni per una ristrutturazione che coinvolge gli impianti, allo scopo di riqualificare energeticamente l’immobile

Per quanto riguarda il Bonus Ristrutturazione, il rimborso IRPEF è riconfermato al 50% per una spesa sostenuta che vede nei 96.000€ un tetto massimo che si spera, in futuro, possa aumentare.

All'interno del Bonus Ristrutturazione si apre una importante parentesi per tutte quelle strutture che si collocano in zone sismiche del paese. Si potrà pertanto usufruire del cosiddetto Sisma Bonus anche per il 2020, vedendosi garantiti 96.000€ all’anno per ogni unità immobiliare e una detrazione IRPER compresa tra il 50 e il 70%.

In stretto collegamento con l’agevolazione fiscale per le ristrutturazioni, sono gli incentivi devoluti all’acquisto di nuovi mobili (previa ristrutturazione). Con il Bonus Mobili, già da tempo attivato e riconfermato per il 2020, si ha diritto a detrarre il 50% delle spese sostenute fino a un massimo di 10.000€.


Nella ristrutturazione di giardini e terrazzi lo Stato si è impegnato a riconfermare il cosiddetto Bonus Verde, che permette di detrarre il 36% delle spese sostenute fino a un massimo di 5000€ per la realizzazione, manutenzione, rinnovamento di aree verdi appartenenti all’immobile in questione. Rientrano in questa voce anche la creazione o il rifacimento delle recinzioni, dell'impianto elettrico o irrigazione e la realizzazione di pozzi per il prelievo di acqua.

Infine, ma non ultimo per importanza, vi è l’Eco Bonus, ovvero il pacchetto d'incentivi  che ha come obiettivo quello di ridurre visibilmente l’impatto ambientale. La riqualificazione d'impianti e strutture viene incentivata con detrazioni IRPEF che vanno dal 50% al 70% delle spese sostenute. La percentuale aumenta fino all’85% nel caso in cui si avviano lavori di riqualificazione energetica all’interno dei condomini. Rientrano tra i lavori ritenuti “riqualificanti”:

  • L’installazione di pannelli solari
  • L’isolamento termico dell’edificio (esternamente ed internamente)
  • La sostituzione di rivestimenti interni ed esterni con l’obiettivo di schermare e isolare
  • L’installazione di schermature solari 
  • Il cambio dei vecchi infissi

Una importante novità: Il Bonus Facciate

Una novità importante in campo di detrazione fiscale è certamente il nuovissimo “Bonus Facciate”, che consiste nella possibilità di detrarre il 90% delle spese delle ristrutturazioni esterne.
La proposta, ispirata da una Legge francese del 1962, sarà in prova anche in Italia solo per il 2020. È evidente che l’obiettivo di questa agevolazione fiscale ha come scopo la riqualifica estetica, promuovendo, così, un riassetto delle città, soprattutto delle periferie.

Come si può accedere a questa detrazione e quali sono le sue caratteristiche tecniche?

  • Non sono previsti limiti di spesa o di reddito per i contribuenti, quindi si potrà accedere al Bonus Facciate con estrema comodità e facilità.

  • Non è previsto un fondo risorse per i costi.

Come già accaduto negli anni precedenti, si può chiedere lo sconto immediato in fattura alla ditta che effettua i lavori di ristrutturazione, che sarà chiaramente pari all’ammontare della detrazione specifica prevista dallo Stato. Il fornitore dunque anticipa la somma, in attesa di essere rimborsato dallo Stato.

 

STAI CERCANDO CASA? DAI UNO SGUARDO ALLE NOSTRE OFFERTE