Tutto ciò che c'è da sapere sulla donazione immobiliare
My project casa - Blog
Tutto ciò che devi sapere sulla tua casa e tanto altro ancora...
Torna al blog

Tutto ciò che c'è da sapere sulla donazione immobiliare

Cos’è la donazione immobiliare?

La donazione immobiliare è una vera e propria elargizione che ha come oggetto una casa, un terreno o un locale commerciale.
Di solito, il fine ultimo per il quale si sceglie di optare per la donazione, consiste nella volontà dei proprietari di cedere ai propri eredi un bene immobile e avere la certezza che il proprio volere venga rispettato.

Attraverso la stesura dell’atto pubblico, il notaio ha un ruolo fondamentale poiché, senza le opportune verifiche, la donazione non può essere ritenuta ufficiale. Vi sono, però, eccezioni. Secondo la legge, infatti, possono essere donati beni di modesto valore senza l’obbligo di verifiche notarili. In tal caso, quanto più alto è il patrimonio della famiglia, maggiore è la probabilità che beni immobili, come un appartamento, risultino di “medio valore” e, dunque, donabili senza l’ausilio del notaio. 

È importante tenere in conto che, affinché la donazione risulti ufficiale, è necessario la registrazione del contratto con un atto pubblico e in presenza di due testimoni. 
La donazione in casi normali non può essere revocata, a meno che vi siano atti di frode in corso nei confronti di creditori. In tal caso, la revoca può essere realizzata entro e non oltre i 5 anni.  

Tuttavia, è possibile vincolare la donazione, stabilendo termini e condizioni particolari legati al bene immobile. Per quanto riguarda le condizioni, ve ne sono due: quella risolutiva, che pone fine alla donazione in caso in cui non si compiano determinati presupposti stabiliti al principio e quella sospensiva, che determina la sospensione temporanea, fino al compimento delle clausole previste per determinare valido l’atto di donazione.

I termini, invece, stabiliscono l’inizio e la fine della donazione. In tal caso, bisogna tener presente che il termine iniziale non può coincidere con la data di morte di chi dona. 
 

Chi può richiedere la donazione immobiliare?

La donazione immobiliare può essere richiesta da tutti i proprietari di un immobile, purché maggiorenni e in piena capacità di agire. La prima cosa da fare nel momento in cui si decide di voler optare per una donazione, è contattare un notaio che ha l’obbligo di verificare la visura catastale e ipotecaria. 

La donazione può essere definita indiretta in caso in cui l’immobile non sia stato ancora acquistato, intestandolo direttamente al beneficiario nel momento dell’acquisto. In tal caso, non saranno necessarie le suddette procedure notarili.

La legge prevede delle tutele per gli eredi legittimi (ascendenti o discendenti), nonostante l’impossibilità di revoca spiegata in precedenza. Infatti, questi ultimi possono richiedere la restituzione o riduzione del bene immobile donato, in caso in cui sia stato effettuato un atto dannoso nei confronti degli altri eredi. 

La donazione, a ogni modo, è un trasferimento gratuito di un bene immobile, ma nonostante ciò, le pratiche che ufficializzano l’atto hanno un costo e delle imposte da pagare che variano in base al grado di parentela del beneficiario. 

VUOI COMPRARE CASA? GUARDA TRA LE NOSTRE PROPOSTE