Lavori in casa, chi ha diritto al superbonus 110% e come richiederlo?
Fa

Chiama

Whatsapp

Email
My project casa - Blog
Tutto ciò che devi sapere sulla tua casa e tanto altro ancora...
Torna al blog

Lavori in casa, chi ha diritto al superbonus 110% e come richiederlo?

 

Durante la quarantena si è trascorso sempre più tempo all’interno della propria abitazione, i cittadini che raramente la vivevano, si sono trovati a fare i conti con una nuova quotidianità, che ha messo in evidenza pregi e difetti della propria dimora. Per questo motivo, la ripartenza non può che iniziare proprio dal  rilancio dell’economia italiana con gli incentivi statali, che permetterebbero di migliorare la propria dimora. 
Abbiamo spiegato cosa prevede il superbonus del 110% per migliorare la casa e quali interventi comprende, ma è bene scendere ancor più nel dettaglio per capire chi realmente può usufruirne e come richiederlo.

Il superbonus 110% spetta a tutti i contribuenti e persone fisiche, residenti o no nel territorio italiano e vi rientrano anche: 
 

  • I titolari di un diritto reale sull’immobile e possessori di comodato
  • Condòmini e inquilini
  • Gli enti, indifferentemente pubblici o privati, purché siano alle prese con un’attività commerciale
  • Associazioni di professionisti
  • Società di persone o capitali
  • I titolari di reddito d’impresa, qualora la ristrutturazione sia prevista per i locali di utilizzo per lo svolgimento della propria attività
  • Istituti autonomi per le case popolari
  • Conviventi e familiari senza obbligo di possesso della titolarità o comodato dell’immobile in questione.

 

Come richiedere il superbonus 110%?
 

Per richiedere il super bonus 110%, è necessario presentare una serie di documenti che hanno a che vedere con l’attestazione della ristrutturazione effettuata. In particolare, è necessario attestare che suddetta ristrutturazione abbia apportato un miglioramento energetico. A tale scopo, l’asseverazione di un tecnico abilitato e l’attestato di prestazione energetica sono i documenti necessari. Anche la scheda informativa rilasciata dai professionisti che hanno effettuato l’intervento, è importante al fine di dimostrare e certificare il miglioramento energetico.

 
Bisogna, però, tenere presente che non è necessaria la presentazione dell’APE (attestato di prestazione energetica), in caso di sostituzione degli infissi, dell’installazione dei pannelli fotovoltaici o schermature solari, della modifica degli impianti di riscaldamento con caldaie a condensazione o biomassa.

 


SIETE ALLA RICERCA DI UNA NUOVA CASA? GUARDATE LE NOSTRE PROPOSTE!